Bande di Bollinger, come utilizzarle nel forex

Cosa sono le Bande di Bollinger? Come possono essere sfruttate al meglio? Sono queste le domande che i trader meno esperti si pongono quando, in giro per siti e forum, si trovano davanti a questo termine.

Le Bande di Bollinger rappresentano uno degli indicatori più utilizzati per prevedere l’andamento del mercato e redigere la strategia di investimento. Si tratta dunque di un item tipico dell’analisi tecnica, il pilastro analitico preferito da chi fa della competenza e della conoscenza l’arma migliore per investire con profitto.

Le Bande di Bollinger, come si evince dal nome, sono state “scoperte” nel 2001 (o per meglio dire inventate) da John Bollinger, famoso investitore e analista finanziario. Sono state adottate fin da subito e hanno contribuito massicciamente alla conquista di riconoscimenti per il suo autore.

Di seguito, una breve ma esaustiva panoramica sulle Bande di Bollinger e sulle opportunità di guadagno che offrono ai trader.

Le Bande di Bollinger restituiscono agli utenti la cifra della volatilità del mercato. Ovviamente, sono utilizzati tanto nel forex quanto nel resto del trading. Graficamente, quando le bande vengono applicate si apprezzano due linea, la prima segue – con variegata fedeltà – l’andamento ma viaggia al di sopra di esso; la seconda segue anch’essa l’andamento ma viaggia al di sotto.

Come si ricavano queste linee? Molte piattaforme le creano in automatico. Al trader basta sapere che vengono redatte estrapolando una media mobile, alla quale si aggiunge e poi si sottrae la deviazione standard.

Cosa ci dicono le Bande di Bollinger? Le informazioni sono davvero tante e derivano tutte dal rapporto tra l’andamento e le bande. Ecco una sunto.

  1. I valori al di sopra delle bande suggeriscono livelli di resistenza. I valori al di sott delle bande suggeriscono invece livelli di supporto.
  2. Quando una candela termina oltre le bande, siamo di fronte a un segnale di continuazione.
  3. Quando una coppia chiude fuori dalle bande ma inverte verso l’interno, è probabile che si diriga verso la banda opposta prima di conquistare un supporto.
  4. Quando le bande di fanno più sottili, vuol dire che il mercato si prepara alla volatilità o è già in questa situazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *