Come si utilizzano i segnali dell’analisi tecnica nelle opzioni binarie

I segnali sono una risorsa molto efficace per i trader. Il loro scopo è dare un orientamento alle strategie dell’investitore che li riceve e quindi consigliarlo sugli ordini da realizzare. Per intenderci, i segnali sono elaborazione di dati grezzi, ma che contengono anche delle interpretazione e degli indirizzi di trading.

I segnali generalmente vengono apprezzati più dai trader che ancora non hanno acquisito una esperienza notevole. Insomma, dai meno esperti. Dal momento che ancora nutrono delle difficoltà nell’analisi tecnica, si affidano al lavoro altrui.

Ciò non toglie però che questi strumenti possano rivelarsi utili anche ai trader più competenti, come minimo per confrontare le proprie interpretazioni con quelle offerte dai segnali – quindi come conferma o verifica.

I segnali, comunque, si distinguono per le seguenti caratteristiche: possono originari tanto dai broker quanto dai trader (che quindi possono venderli). In genere vengono recapitati per posta elettronica –  spesso attraverso lo strumento della newsletter – , ma c’è possibilità che vengano comunicati per chat o su skype, o attraverso la piattaforma di trading. In quest’ultimo caso, è probabile che siano segnali di qualità non eccelsa.

Una domanda sorge spontanea. I segnali sono affidabili? E’ proprio il meccanismo che sta alla base a generare qualche perplessità a chi non è avvezzo di trading. Perché mai un broker o un trader dovrebbe offrire dei segnali, e quindi dare consigli su come tradare? La risposta in verità è addirittura intuitiva. Un broker ha il vantaggio della fidelizzazione: attira clienti e li mantiene. Un trader, semplicemente, li vende. E non ci perde niente: nel trading l’esclusiva è importante, e a dare segnali non la si perde di certo.

Questo non vuol dire che tutti i segnali siano affidabili. Anzi, in alcuni casi è probabile che l’affidabilità sia molto scarsi. Se a darli è un broker, qualche perplessità viene destata da quei broker che offrono il fianco su altri aspetti (bonus, leva, efficienza nell’esecuzione degli ordini etc). Se a darli è un trader, sono poco affidabili se il “pulpito” è poco conosciute e le sue informazioni sono poco diffuse in rete.

Comunque, tra i broker che offrono i segnali spiccano 24Option, OptionTime e OptionBit. Il primo offre segnali con una cadenza di 15 minuti, 30 minuti, un’ora (dipende dal programma che si sceglie). Il trader, una volta che li riceve, ha a disposizione cinque minuti per utilizzarli.

Il ritmo di OptionTime è più compassato: il trader riceve tre segnali al giorno, e il tempo per decidere consta di 10 minuti. Il servizio è realizzato da un partner indipendente, e quindi i segnali vengono trasmessi per email e non dalla piattaforma.

Infine OptionBit. Il vantaggio sugli altri broker sta nel gratuità dei segnali, che comunque si accompagna a una qualità più che sufficiente. L’unico fastidio è che propedeutico alla ricezione è il download e l’installazione di un software.

One Response to Come si utilizzano i segnali dell’analisi tecnica nelle opzioni binarie

  1. Fausto ha detto:

    I segnali di optionbit vengono distribuiti da Algobit, che funziona tutto tramite il browser e non un software da installare sul computer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *