Cos’è il Drawdown: come si calcola?

Il Drawdown deve essere inteso come la riduzione del capitale di trading a seguito di una perdita e va relazionato sempre al capitale massimo nel frattempo accumulato.

Con alcuni esempi pratici, intendiamo di spiegarvi, in termini semplici, cosa vuol dire Drawdown.

Come si calcola, in termini assoluti, il Drawdown?

Ecco come possiamo calcolarlo nell’esempio che segue:

  • Capitale Iniziale al tempo t = 50.000
  • Capitale in t+1, a seguito di perdite: 40.000
  • Nuovo capitale in t+2, a seguito di guadagni: 60.000

Dove t è il tempo di partenza, mentre t+1 e t+2 sono dei tempi successivi.

Qual’ è il valore di punta massimo associato al nostro investimento? Sempre il capitale iniziale perché quando è stata conseguita la perdita, non era stato ancora realizzato il guadagno di 20.000.

Rispetto a 50.000, pertanto, calcoleremo il Drawdown, che dobbiamo intendere quale una riduzione di capitale. Pertanto, 50.00o (capitale iniziale) – 40.000 (capitale in t+1) = 10.000, ove 10.000 è il drawdown, ovvero la riduzione di capitale.

Continuiamo l’esempio, in modo da essere più chiari, ammettendo che l’operazione di investimento non si esaurisce qui.

  • Capitale in t+3, a seguito di perdite= 45.000

Questa volta, rispetto a cosa lo dobbiamo calcolare il Drawdown? Naturalmente rispetto a 60.000 che rappresenta il valore di picco più alto non appena prima di conseguire la perdita.

Di conseguenza, il nuovo Drawdown sarà rappresentato da 60.000 – 45.000 = 15.000

In questi calcoli numerici, vi abbiamo spiegato come si determina il Drawdown in termini numerici assoluti.

Calcoliamo il Drawdown relativo, massimo e medio

Per determinare il Drawdown relativo, è necessario porre a rapporto il capitale massimo di riferimento con il Drawdown conseguente.

Quindi, nei due casi numerici precedenti otteniamo:

  • 10.000/50.000=0,2=20%
  • 15.000/60.000=0,25=25%

Calcoliamo, quindi, il Drawdown medio.

Che cosa è il Drawdrown medio? Dobbiamo sommare i Drawdown e rapportarli per il loro numero. Quindi nel nostro caso, 15.000 + 10.000 /2 =12.500

Il Drawdown massimo, invece, è, in questo caso, 15.000

A cosa ci serve calcolare il Drawdown?

A capire, dopo una buona successione di rilevazioni, sin quanto rischiamo di perdere, in assoluto o in media.

E’ utile calcolarlo? Da un certo punto di vista lo può essere, dato che è stato scientificamente dimostrato che noi tutti tendiamo a vincere e perdere con una certa costanza che si mantiene pressoché invariata.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *