E’ corretto parlare di super-euro?

Abbastanza perplesso il forex sulla questione della valuta unica e la sua quotazione in borsa. Sembra proprio che il fatto di concentrare in un’unica valuta più macro-aree vada a diminuire la reattività della valuta stessa.

Basti solo pensare che ogni annuncio di politica economica, da parte della Banca centrale, che tradizionalmente fa smuovere il cambio non ha alcun effetto nel contesto dell’Eurozona.

A questo punto, cominciano a cadere le attese sulla fine dell’epoca dell’apprezzamento continuo dell’Euro.

Cosa può riuscire a pesare in maniera consistente sui livelli del cambio, quotati nella valuta unica europea?

I flussi di capitale ed il super-euro

Sì, il super-euro, secondo molti analisi è stato alimentato dalla voracità con cui gli investitori hanno aumentato l’esposizione nei confronti delle attività quotate nella valuta unica, specie nel bancario. Ultimo è l’interesse verso le società del lusso ma ciò è segnale della rotazione di fondi gradualmente avviata dagli stessi che cominciano a fuggire dall’Eurozona.

Quindi, secondo tali interpretazioni, quando il dollaro comincerà invero ad apprezzarsi? Quando soffierà un altro vento direzionale per i flussi di capitale che torneranno gradualmente verso il biglietto verde, anche in considerazione delle nuove politiche monetarie che metteranno in crisi non pochi paesi emergenti.

Pertanto, il rapporto di cambio Eur/Usd va inteso nella giusta dimensione cognitiva: non più super-euro ma forza relativa della valuta unica dell’EuroZona in un contesto di avversione al rischio.

La determinante flussi di capitale sembra, quindi, nei recenti tempi, aver assunto un peso preponderante rispetto alla determinante flussi commerciali, dato che quest’ultima è sotto la pressione dei recenti conflitti di natura internazionale fra le macro-aree (Europa, Stati Uniti, Cina).

Non ci sono balzi di medio/lungo termine di rilievo attesi per il cross Eur/Usd come evidenziato anche dalla seduta odierna del 17/04/2014 che vede il livello del cambio a 1,3815. Previsto il raggiungimento dei livelli di resistenza fissati a 1,3864. La soglia massima raggiunta nel corso dell’anno è pari a 1,3965 (super-euro all’orizzonte come indicatore di forza relativa, anziché assoluta).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *