Forex, alcune verità: qual è la percentuale dei profittevoli?

Il forex, come tutte le attività ammantante di un certo tecnicismo, è argomento di un certo numero di leggende metropolitane, verità che vengono considerate tali dalla maggioranza ma che non per forza godono di un riscontro reale.

Tra le più importanti spicca l’affermazione: “Nel forex sono in pochi a guadagnare“. Si tratta di un qualcosa che rispecchia le dinamiche del gioco d’azzardo: affinché qualcuno possa vincere è necessario che molti perdano. La domanda che tutti i trader, di fronte a questa dichiarazione, si pongono è: corrisponde al vero?

I dati dicono di sì, almeno da un certo punto di vista. I numeri rivelano che l’85% dei trader investe effettivamente in perdita, ossia nel corso di un anno perde più denaro di quanto ne guadagni. Parallelamente, secondo le ricerche, il 15% riesce a guadagnare. All’interno di questa categoria rientrano poi coloro che riescono a cavare ben più di un ragno dal buco e si arricchiscono per davvero.Un’altra verità acquisita (sempre dal senso comune) è che il forex sia un mercato a somma zero, nel senso che le cifre perse dagli investitori che hanno “toppato” le operazioni equivalgono alle cifre vinte dagli investitori che invece hanno avuto successo. Questo è vero solo in parte. O meglio: sarebbe vero, se non entrasse in gioco lo spread. Questo è il “compenso” che i broker riservano per se stessi.

Una verità molto importante, perché rischia di incidere realmente sul mercato e sul numero dei partecipanti, ha a che vedere con i broker. Gli intermediari, secondo una parte del senso comune, agirebbero sempre e comunque per far perdere il trader. Ecco, questo è falso. Ai broker non importa se il trader vince o perde. A loro importa che il trader tradi spesso (ma non in modo frenetico, per non sforare nello Scalping) e con volumi alti. A dire il vero, qualche broker “cattivo” e “gufo” esiste, ma si tratta di intermediari di terz’ordine, dai quali tenersi alla larga.

Infine, una bufala spacciata per verità: nel Forex è impossibile fare migliaia di euro in dieci minuti, come invece dicono molti broker (appunto, quelli di pessima qualità).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *