Forex, la mia tecnica non funziona più. Perché?

Il forex, come sanno anche i trader meno esperti, è un’attività che richiede tanto studio e un certo livello di preparazione. Una delle fasi avanzate del proprio percorso di studi è la redazione di una strategia vincente e la successiva messa in pratica. Queste strategie, ciò è facilmente intuibile, si basano sulla realizzazione di tecniche, molte delle quali sono “offerte” da altri esperti, quindi frutto di loro precedenti lavori.

La realizzazione delle tecniche permette di guadagnare perché, sostanzialmente, orienta le azioni del trader e lo sottrae alle derive psicologiche tipiche dell’attività del trading. Strategia e tecnica, assieme, sono sinonimo di razionalità.

La domanda che molti trader, specie i novizi, si chiedono è: perché capita che la tecnica che ha funzionato fino a poco tempo fa, all’improvviso e senza apparente ragione, non funzioni più? Può sembrare che, appunto, non ci sia una ragione e che tutto dipenda dal caso, ma spesso e volentieri non è così. Ecco cosa accade veramente.

Si tratta del classico segreto di Pulcinella (o uovo di Colombo, se preferite). Sicuramente, è un particolare di cui i trader più smaliziati sono perfettamente a conoscenza.

E’ semplice: la quasi totalità delle tecniche non sono buone per tutte le stagioni. O, per meglio dire, ognuna è buona per una stagione. Detta in parole povere, esistono quattro “pieghe” che il mercato valutario può prendere:

Inerzia: quando una coppia valutaria perservera nel trend di riferimento.

Rimbalzo: quando la coppia dopo aver raggiunto un certo livello inverte la rotta.

Elasticità: quando la coppia alterna valori positivi a valori negativi.

Breakout: quando la coppia, raggiunto un certo livello, non rimbalza più e prosegue la rotta.

La quasi totalità delle tecniche è buona per uno solo dei casi descritti appena sopra. Questo vuol dire che quando il mercato “cambia quadro” la tecnica che è si è utilizzata in precedenza non può più funzionare.

Come reagire dunque? Il consiglio principale è quello di individuare la situazione in cui versa l’asset e adottare la tecnica corrispondente. Si tratta di un consiglio difficile da seguire perché occorrono certe conoscenza e una buona esperienza. Molti trader, infatti, sono specializzati in poche tecniche. In questo caso, la cosa da fare è semplicemente una: fermarsi, non investire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *