Forex USD, nuove indicazioni positive dagli Stati Uniti

Negli ultimi giorni sono state elaborate nuove statistiche positive nel mercato statunitense, dove la fiducia dei consumatori rilevata dall’Univ. of Michigan a gennaio è rimasta pressoché invariata a 98,1 da 98,2 di dicembre, sui massimi dal 2014. Le condizioni correnti sono in rialzo a 112,5 da 111,9 di dicembre e le aspettative correggono modestamente (a 88,9 da 89,5 di dicembre), dopo i forti aumenti visti nell’autunno. Le aspettative di inflazione risalgono a 2,6% (da 2,2%) sull’orizzonte a 1 anno e a 2,5% da 2,3% su quello a 5 anni. La stabilizzazione della fiducia su livelli molto elevati supporta la previsione di espansione rapida dei consumi nei prossimi trimestri.

Buone notizie anche sul fronte delle vendite al dettaglio, che a dicembre aumentano meno delle attese, con una variazione di +0,6% su base mensile, dopo +0,2% mensile, rivisto da +0,5% mensile. Come previsto, una parte consistente dell’incremento è dovuto al balzo nel settore auto, +2,4%. Al netto delle auto la variazione è di +0,2% mensile; un altro contributo positivo viene dalla benzina che segna un aumento di +2% su base mensile. Al netto di auto e benzina, le vendite sono invariate su base mensile, dopo +0,3% mensile di novembre. L’aggregato che entra direttamente nella definizione dei consumi del PIL aumenta di 0,2% su base mensile, chiudendo un trimestre positivo (con variazione nulla a novembre e pari a +0,6% mese a ottobre). Fra le principali categorie, si registrano aumenti per l’arredamento (+0,5% mese), gli articoli sportivi (+0,3% mese) e per la sanità (+0,3% mese). Deboli invece l’abbigliamento (invariato per il secondo mese consecutivo) e gli acquisti nei grandi magazzini (-0,6% mese). In forte rialzo le vendite online (+1,3% su base mensile). La voce relativa alla spesa per bar e ristoranti cala di -0,8% mese, dopo +1,2% mese di novembre, ma resta su un trend solido (+5,1% annuo). I dati sono positivi e in linea con la previsione di una continua espansione solida dei consumi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *