Le barriere nel Forex: come individuarle

Molto importante nel Forex è l’analisi tecnica. Questa consiste nell’elaborare numeri e dati al fine di redigere strategie vincenti. Secondo i sostenitori dell’analisi tecnica conta solo quello che accade nel trade: tutte le informazioni necessarie sono contenute – o ricavabili – dai grafici. Tutto ciò che accade al di fuori (dichiarazioni, strategie delle banche centrali) è superfluo.

Tra gli elementi utilizzati per elaborare strategie attraverso l’analisi tecnica spiccano le barriere. Esse rappresentano dei segmenti di trend che in teoria sarebbero capaci di suggerire come muoversi nell’immediato futuro (e quindi come operare).

Le barriere, in buona sostanza, agiscono come se fossero un test. Se il trend riesce a “sopravvivere” alla barriera, vuol dire che il trend in questione è così solido da poter essere utilizzato per redigere strategie di trading. Di contro, se il trend non sopravvive alla barriera, allora è probabile che si arrivi presto a un’inversione.

Le barriere si chiamano così perché rappresentano uno “stop” a un andamento almeno all’apprenza ben delineato. Ovviamente, più la barriera è “notevole” (ossia durevole e contraddittoria rispetto all’andamento) maggiore sarà la valenza come test. Insomma, se un trend sopravvive a una barriera “molto” notevole vuol dire che è “molto” solido.

Le barriere vengono chiamate supporti e resistenze. Nello specifico, si verifica un supporto quando l’andamento tende a spingere i prezzi verso il basso ma, all’improvviso, l’andamento stesso prende una piega diversa: non scende o addirittura inizia a salire. Si verifica invece una resistenza quando l’andamento è tendenzialmente rialzista, ma ci si imbatte in un segmento “laterale” o addirittura ribassista.

supporto-resistenza

Come è possibile individuare una barriera? Molto stesso, infatti, vengono confusi con normali periodi di volatilità.

Generalmente esistono due metodi:

1. Applicazione di una scala temporale più grande. Semplicemente “allargando” la visuale, anche esteticamente, è possibile notare quando un segmento funge da supporto piuttosto che da resistenza.

2. Applicazione della Serie di Fibonacci. La maggior parte dei broker incorporano questa funzione. Molto banalmente, una volta selezionato “livelli di Fibonacci” il grafico verrà diviso in livelli. Di solito, le barriere si trovab nei segmenti inseriti all’interno delle zone del grafico a loro volta inseriti in livelli superiori al 50%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *