Leva forex per i meno esperti: istruzioni per l’uso

La leva finanziaria è uno degli strumenti più utilizzati dai trader forex. Il suo scopo è quello di consentire guadagni ingenti a fronte di investimenti limitati. E’ questo, sostanzialmente, il motivo per cui è molto apprezzata. Ovviamente, la leva è uno strumento che ha i suoi pro e i suoi contro, sicché la leva può diventare molto pericolosa. In genere, succede quando si esagera sul rapporto.

Cos’è la leva? E’ una domanda che si pongono molti principianti. La loro intenzione è quello di aumentare il maniera veloce il proprio capitale (che spesso, almeno all’inizio, è alquanto ridotto) e la leva, anche solo a livello immaginifico, è ciò che fa al caso loro.

La leva è uno strumento che permette di acquistare un lotto a un “prezzo” esponenzialmente più basso rispetto al suo valore reale. Il rapporto tra il lotto e la cifra impegnata dipende dal rapporto di leva. Se il rapporto è di 1:100, con 500 euro – per esempio – è possibile investire 50.000 euro euro. Esistono molti rapporti. I broker partono, generalmente, da un’offerta minima di 1:50 fino a raggiungere leve anche di 1:400 e di 1:500.

Il meccanismo attraverso cui agisce la leva è molto semplice. Attraverso l’acquisto del lotto, il trader acquista un tot di unità di cambio. Per esempio, 1.000 unità di eur/usd. Tutto ciò spendendo, ovviamente, 1.000 dollari. Il trader però stabilisce una leva di 1:100, dunque è come se avesse acquistato, in verità, 100.000 unità di eur/usd. Ammettendo che si verifichi uno spostamento di 4 pip, il trader alla fine si ritrova con 40 dollari di utile puro, a fronte di una spesa di 1.000 dollari.

Come accennato in precedenza, la leva è uno strumento in grado di dare molte soddisfazioni ma anche di mettere nei guai il trader. E’ uno strumento molto pericoloso. Questo perché, se è vero che aumentano i guadagni potenziali, aumentano in modo esponenziali anche le perdite potenziali.

I consigli da adottare sono, in questo caso, due. In primo luogo, è necessario assicurarsi di avere una copertura sufficiente per ammortizzare l’eventuale perdita. In secondo luogo, è essenziale scegliere la leva giusta. Certo, in prospettiva dell’eventuale ammortamento, ma anche per non fare il passo più lungo della gamba.

Per i principianti, la leva consigliata è quella più bassa, ossia quella di 1:50, dato che la necessità, in questa prima fase, è prendere confidenza con questo strumento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *