L’importanza della bilancia dei pagamenti nel forex

La bilancia dei pagamenti è uno dei market mover più importanti nel forex. E’ quindi una “voce” in grado di spostare gli equilibri tra le valute.

Ciò risulta evidentemente soprattutto in occasione della diffusione di dati e numeri riguardati proprio questo argomento. I trader reagiscono, dunque c’è una componente “sentiment”, ma alla base di queste reazioni c’è un pensiero razionale: gli investitori si muovono in un senso piuttosto che in un altro perché sanno, che sulla scorta di una bilancia commerciale in positivo piuttosto che in negativo, accadranno “alcune cose”.

Di seguito, una panoramica sul rapporto tra bilancia dei pagamenti e forex. La questione va afffrontata con due approcci: il primo puramente tecnico, il secondo più astratto. In quest’ultimo caso, ovviamente, il principio sovrano è quella della “fiducia dei mercati”. D’altronde, non sempre i trader si comportano in modo razionale. A pesare sulle capacità di ognuno di mantenere la propria lucidità, la consapevolezza di poter perdere grosse cifre di denaro.

Cos’è la bilancia dei pagamenti?

Molto banalmente, si definisce bilancia dei pagamenti la differenza tra il valore delle esportazioni e il valore delle importazioni che un determinato paese produce in un anno. Se il valore delle esportazioni supera il valore delle importazioni, la bilancia è in positivo (altri termini utilizzati sono “avanzo” e “surplus”).  Se il valore delle esportazioni è inferiore al valore delle importazioni, la bilancia è in negativo (sinonimi sono “disavanzo” e “deficit”).

La bilancia dei pagamenti è composta dalle seguenti voci:

  • Conto corrente, nel quale sono registrate le transazioni di beni e servizi.
  • Conto capitale, nel quale sono registrate le transazioni non finanziarie;
  • Conto finanziario, nel quale sono registrate le transazioni finanziarie, passività e crediti compresi.

In genere, una bilancia in positivo indica potenza economica. Ciò però non è sempre vero: in Italia la bilancia è in positivo, ma ciò è sintomo del crollo dei consumi interni.

Bilancia dei pagamenti nel forex: la questione della fiducia

Posto che la bilancia dei pagamenti rivela lo stato di salute di un paese, questa voce rappresenta un ottimo strumento di orientamento per i trader. Il destino degli investimenti (e le attività nel forex devono essere considerate investimenti) dipende anche dallo stato di salute del paese dal quale l’investimento dipende.

Se si commercia in euro e dollari, occorrerà tenere d’occhio le economie di Europa e Stati Uniti. Anche perché, a “soffrire” di più e ad accusare il colpo della crisi economica sono spesso le valute. Ciò in verità, non riguarda l’euro, dal momento che i padri costituenti dell’UE hanno pensato a dei meccanismi tali da impedire oscillazioni catastrofiche, ma un esempio in questo senso può essere rappresentato dai paesi del Sud America.

Dunque, se la bilancia commerciale di un paese è negativa, vuol dire che l’economia va a male e che dunque non vale la pena investirci. Una comunicazione sulla bilancia negativa potrebbe portare dunque a un’iper venduto della valuta corrispondente, che così rischia di svalutarsi.

Bilancia dei pagamenti nel forex: la questione tecnica

C’è un altro motivo (diverso dalla fiducia) per cui la bilancia dei pagamenti è importante nel forex. Se un paese scopre che la sua bilancia è negativa, deve “pareggiare” i conti acquistando moneta. Questa giunge sottoforma di titoli di debito pubblico estero, che rappresenta a pieno titolo un credito. La porzione di valuta “autoctona” nel sistema economico diminuisce, e quindi il suo valore decresce.

One Response to L’importanza della bilancia dei pagamenti nel forex

  1. Economia Italia ha detto:

    Il Forex è un’argomento molto stimolant, a cui ci stiamo sempre più interessando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *