Pair Trading: panoramica di una tecnica Forex performante

Tra le tecniche Forex occupa una posizione di rilievo il Pair Trading. Come tante altre tecniche, non è esclusiva del Foreign Exchange Market ma la si ritrova anche nel trading in generale. Particolarmente proficua (e un po’ meno difficile da attuare) si rivela però la sua versione “valutaria”. Ecco di cosa si tratta.

Pair in inglese vuol dire coppia e proprio sul concetto di coppia questa tecnica si basa. Essenzialmente, il passo preliminare è scegliere una coppia di asset che abbiano una correlazione tra loro, nel senso che al variare del prezzo di una tende a variare anche il prezzo dell’altra (in modo diretto o inverso, è uguale). Ora, rintracciare due merci che abbiano questa relazione nel mondo del trading generale è difficile. Nel Forex, se non altro, le coppie esistono già, e sono – appunto – le coppie valutarie (EUR/USD, USD/JPY) etc, e quindi si tratta semplicemente di scegliere tra le – relativamente – poche coppie disponibile.

Il succo del Pair Trading è l’apertura di una posizione long in contemporanea all’apertura di una posizione short sulla stessa coppia di valute. Per long si intende l’acquisto, per short si intende la vendita “scoperta”, ossia la vendita di una merce che al momento dell’apertura non si ha ma che si avrà successivamente.

I vantaggi del Pair Trading sono innumerevoli:

1. Le posizioni contemporanee di long e short proteggono dalle fluttuazioni del prezzo.

2. Consente di operare con margini ridotti.

3. Il guadagno può essere molto alto, specie se la correlazione tra la coppia è accentuata.

4. Può essere utilizzata per strategia a breve termine, ma anche a medio e a lungo.

Di contro è molto suscettibile ai dati storici e allo studio degli stessi. Il nucleo di questa tecnica è infatti la scelta di queste coppie. La domanda più importante è: quale coppia è la migliore per il Pair Trading? Ad aiutare il trader a rispondere interviene la statistica. Occorre calcolare il coefficiente di correlazione (che è una questione di statistica), che può assumere un valore tra -1 a +1. Più il valore è vicino allo zero, minore è la correlazione. Bisogna scegliere solo coppie che siano lontane dallo zero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *