Scalping forex, quale la piattaforma migliore?

Lo scalping è una delle tecniche per il forex più famose. E’ anche molto praticata, ma non a livelli eccezionali. Il motivo della sua diffusione non proprio di massa è rintracciabile nella difficoltà di utilizzo. Fare scalping, in estrema sintesi, non è affatto semplice. E’ necessario il possesso di competenze notevoli ma anche di una buona piattaforma. Quali sono le carratteristiche più adatte allo scalping? Esiste una piattaforma che risponda a questi criteri?

Per tracciare il ritratto della piattaforma ideale per fare lo scalping è necessario capire in che cosa consiste realmente questa tecnica. E’ già stato menzionato il fatto che si tratta di una tecnica assai ostica, praticamente utilizzata quasi esclusivamente da professionisti. Da quali elementi è determinato questo coefficiente di difficoltà? Principalmente, dalle “regole del gioco stesse”.

Per scalping si intende quella tecnica che si basa sull’apertura e sulla chiusura di posizioni in modo frenetico, al fine di trarre guadagni piccoli ma molto numerosi.Il motivo della complessità è chiaro già a partire da questa semplice definizione. Innanzitutto, è necessario tanto sangue freddo e tantissima concentrazione. Se aprire e chiudere un’operazione causa stress, aprirne molte in un lasso di tempo ristretto ne causa molto di più. E’ necessaria anche una conoscenza approfondita del momento che sta attraversando la coppia di riferimento, non a medio ma a brevissimo termine.

A tutto questo seguono un paio di corollari, e sono proprio questi a fornire gli strumenti principali per scoprire l’identikit della piattaforma più adatta. Il primo corollario è, per fare del buon scalping (soprattutto proficuo) è necessario “soffrire” di spread minimi. Lo spread è la fonte del guadagno per i broker e agisce ogni volta che un’operazione è attivata. Sicché tante operazioni vogliono dire tanti soldi “lasciati per strada”.

Il secondo corollario è l’esistenza di un solo elemento  veramente necessario: la velocità. Quando si opera sul filo del minuto o del secondo è necessario non accumulare ritardo a causa del software con il quale si sta tradando.

Alla luce di tutti questi elementi vi è una tipologia specifica di broker, quindi di piattaforme, che è realmente adatta al “mestiere” dello Scalping: gli ECN.

Il nome per esteso è Electronic Communication Network. Di per sé, queste parole non dicono molto, ma gli ECN rappresentano la risorsa principale per gli scalper. La particolarità di questa tipologia di piattaforma è data dal fatto che è assente l’intermediazione del broker, sicché il trader può dialogare direttamente con il mercato. Gli spread, essendo il ruolo del broker quasi assente, sono minimi e anche la velocità del mezzo è altissima.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *